Ricerca Scientifica - Seminari, Convegni e Congressi

XXIII Congresso Nazionale SIDOC - Saluto del Presidente

campanellaCari colleghi, è per me un grande onore presentare il XXIII Congresso della nostra società che vuole essere un percorso per comprendere le ragioni degli attuali orientamenti in odontoiatria esteticoricostruttiva.

Il punto di partenza per tale riflessione è un excursus sull’odontoiatria restaurativa dagli anni ’80 ad oggi. Il rigore nelle geometrie delle preparazioni “anni ‘80” sono servite a maturare nel conservatore la precisione di preparazioni sempre meno invasive e, alla luce dei successi estetico-funzionali, ha imposto quello che è l’atteggiamento adesivo e minimamente additivo sia nei settori anteriori che posteriori. Progressivamente l’utilizzo di nuove tecniche e la sperimentazione clinica quotidiana hanno operato un cambiamento della mentalità del restauratore.

bioaesthetistryIl “pensare adesivo” è figlio di nuove soluzioni clinicamente performanti quali compositi e adesivi di ultima generazione o materiali ceramici capaci di simulare il comportamento esteticofunzionale dei denti anche a spessori minimali e in molti casi applicati senza alcuna preparazione. Così rinnovata, l’odontoiatria conservativa si pone come modello per sviluppare il concetto di una odontoiatria e di un’estetica biologicamente guidata, anche quando “accadimenti clinici” impongono manovre più complesse. Quando, in caso di traumi, la perdita accidentale di tessuto dento-alveolare è tale da richiedere un approccio multidisciplinare, le nuove conoscenze sui tessuti dentali impongono un atteggiamento biologico. Con questo spirito, nel programma, ampio spazio è stato dato anche alle società SITD e SIOI come opportunità di confronto e scambio virtuoso.

Tale concetto biologico, leitmotiv del congresso, sarà mirabilmente concretizzato anche nella tecnica della gestione protesicamente guidata dei tessuti molli, che sarà trattata a chiusura del Congresso. L’estetica, la salute e la stabilità dei tessuti intorno ai restauri protesici e la gestione dei tessuti extra-orali, periorali, costituiscono la finalizzazione e l’ottimizzazione nella ricerca estetica. A tal proposito il Congresso, in collaborazione con la società di medicina estetica odontoiatrica (SIMEO), offrirà uno sguardo completo alle possibilità terapeutiche, ai materiali e alle tecniche a supporto dell’odontoiatria conservativa-estetica. Non mancherà, come ogni anno, la sessione dedicata al “Premio De Fazio” che premia i giovani soci SIDOC che ci auguriamo dimostrino un interesse sempre crescente verso l’odontoiatria restaurativa.

Il miglioramento non è un percorso in solitaria ma necessita di collaborazioni sempre più frequenti tra le varie discipline odontoiatriche, tra le società che le rappresentano, con il supporto delle istituzioni che a vario titolo condividono lo sviluppo della nostra professione.

Con questo auspicio, auguro a tutti un buon Congresso #bioaesthetistry. Vincenzo Campanella

Leggi l'intervista su Dentista Moderno qui...


 

Per iscriverti o rinnovare l'iscrizione alla SIDOC puoi scaricare il modello in PDF qui di seguito: Iscrizione al Congresso 2019.

Clicca qui

23° Congresso Nazzionale - SIDOC 2019

Leggi la presentazione del congresso qui...